InnaMORAti della Musica! Gino Santo e Daniela Gentile chiudono la rassegna – Manocalzati (AV), 6 giugno 2010

0
230

Domenica 6 giugno, ore 18.00
RAPSODIE IN BLUE … tra il classico e il jazz
Gino Santo, tromba
Daniela Gentile, pianoforte


 


Domenica 6 giugno si concludera’ la rassegna concertistica dell’Associazione Stravinsky dal titolo “InnaMORAti della Musica!”: dal 14 febbraio si sono succedute sei domeniche all’insegna della Musica, della Pittura, della Recitazione, che hanno visto protagonisti artisti conosciuti a livello nazionale ed internazionale. Ampio spazio e’ stato dedicato anche al confronto culturale ed artistico che, accompagnato da momenti di convivialita’, ha arricchito piacevolmente l’esperienza musicale dei soci e degli appassionati intervenuti. Per chi vorra’ ancora una volta “Innamorarsi della Musica”, dunque, l’appuntamento e’ per domenica 6 giugno, alle ore 18.00,  sempre nella Sala delle Arti (Via Provinciale 89 – Manocalzati): si esibira’ il “Pitros duo”, un insolito duo formato dalla tromba di Luigi Santo e dal pianoforte di Daniela Gentili, che si cimentera’ in un repertorio tra il classico ed il jazz dal titolo “Rapsodie in Blue”.


 


InnaMORAti della Musica!
Concerti, incontri con gli artisti, momenti di convivialita’ all’insegna della musica
INFO
0825 622278; 340 571984


 


 







Biografie


Daniela Gentile, diplomatasi nella Scuola di Pianoforte del maestro Lethea Cifarelli presso il Conservatorio di Musica “A. Casella” di L’Aquila, con il massimo dei voti e lode, si e’ perfezionata presso la Julliard School negli Stati Uniti con il maestro David Rose ed in Francia con il maestro Bouquete; ha inoltre seguito un master di perfezionamento pianistico con il maestro Bruno Canino ed un Corso di perfezionamento pianistico con il maestro V. Voskobojnikov. Ha registrato per le maggiori emittenti radiotelevisive (Raidue Raitre) ed ha tenuto tourne’e in Spagna, Slovenia, Romania, Moldavia, Grecia, per la Gioventu’ musicale di Atene; ha suonato nel Teatro Nazionale di Lagos in Nigeria e ad Accra nel Ghana, riportando sempre successo di pubblico e critica. Oltre che da solista si esibisce con varie formazioni cameristiche, spaziando con repertori che vanno dai classici fino a prime esecuzioni di compositori contemporanei. E’ docente di pianoforte nel Conservatorio di Musica di Bari.

Luigi Santo, diplomatosi in Tromba al Conservatorio di Cosenza, ha continuato gli studi musicali a Parigi con P. Thibaud e successivamente si e’ perfezionato nel repertorio romantico col Maestro Russo Timofei Dokshitser. Dall’incontro con il trombettista americano David Short nasce una collaborazione che porta alla creazione dell’Orchestra “The Brass Choir Consort”, con la quale ha partecipato a trasmissioni in diretta per la RAI.  Autore di brani per Quintetto d’Ottone editi e pubblicati da Gerard Billaudot – Parigi e da ITC Reift – Svizzera, ha collaborato con Enti quali l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e l’Orchestra del Teatro Massimo di Catania, suonando con illustri Direttori e famosi interpreti. Oltre che in Italia, da solista ha tenuto concerti in Spagna nella Sala “Segovia” di Linares, Scandinavia, Germania, Belgio, Olanda, Slovenia, Romania, Moldavia, Medio Oriente e negli Stati Uniti alla Ramsey Concert Hall della Georgia University di Athens. Ha suonato con importanti artisti internazionali quali Fred Mills, Scott Hartman, Mark Mc Connell, Mike Moore; e’ stato invitato ad esibirsi in Festivals Internazionali assieme a trombettisti quali Bobby Shew, Andrei Ikov, Chris Martin, Jim Thompson. Docente di Tromba presso il Conservatorio di Musica di Matera, ha inciso per la Casa Discografica Marcophon.