IL POTERE DEI GIOCATTOLI, performance fra parole suoni e visioni – Catania, 21 dicembre 2010

0
341

Pulp, Purquapa’ eamp; Lomax


in collaborazione con Lapisbooking


presentano



 


Martedi 21 dicembre 2010


ore 21 : IL POTERE DEI GIOCATTOLI


performance fra parole suoni e visioni.


Regia e voci narranti a cura di Compagnia GestiColando | immaginari sonori di Ludovico Pipito’ | marionette e sculture animate di Ezio Scandurra | versi di Riccardo Raimondo



 


 ore 22,30 MapJazzy live


Raul Colosimo, basso tuba; Merle-Anne Prins-Jorge, voce


Presentano il nuovo disco: Voice Link



 


A seguire djset


Euro 5



 


Lomax


Via Archirotti, 44


Catania


Info: 095.2862812



 


La musica per Raul Colosimo e’ ”linguaggio spirituale’, per Merle-Anne Prins-Jorge ”un piacere da trasmettere agli altri’.



 


Lui calabrese, ex Parto delle Nuvole Pesanti, sassofonista e sperimentatore, da piu’ di 10 anni protagonista della scena d’improvvisazione parigina, lei angolese, black woman dalla voce strepitosa dal back ground etnico, all’etno e soul-funky e una presenza da urlo. Insieme fanno di fare di tutto, dalla canzone d’autore al rap al funky, al soul, al ragga all’etno., con spirito contemporaneo e giocoso interpreteranno classici del soul etnico, dall’Afro al Brasil, e poesie del 900 sonorizzate, con grande impatto performativo. Presentano il loro nuovissimo cd Link Voice in duo e un secondo set con sicilian guest in improvvisazione.



 


La rivisitazione musicale di 15 canzoni che hanno fatto la storia della musica internazionale piu’ due nuove produzioni. Il loro affiatamento e” cosi solido da riuscire a toccarlo con mano, cosi’ come l’umilta’ che li contraddistingue nonostante la brillante carriera che stanno portando avanti, nonostante siano abituati a platee e spazi fortemente diversi. In repertorio Dont’ worry (be happy) di Bobby McFerrin, Samba da Bencao, tipica ballata brasiliana. Passano dal gospel al raggae, non tralasciando la nostra tradizionale canzone eseguendo una Tu si ‘na cosa grande, e due composizioni prodotte direttamente da Raul (Mes reves e Tu sei mio).



 


Lui, catanzarese e parigino d’adozione, ha scelto uno strumento difficile per questo progetti, il clarinetto basso, lei invece come unico strumento usa la sua voce. Si mettono a nudo spogliandosi di cio’ che e’ troppo e si lasciano possedere dai suoni e dalla studiata improvvisazione.E’ un gioco di sguardi, un’intesa da palcoscenico intima e passionale ed e’, forse, anche per questo che gli applausi fioccano. Si toccano, si sfiorano nell’anima, lei si nasconde per lasciare spazio al suo lui, in una sintonia perfetta di musica e di vita. Merle-Anne, al suono melodico e originale della propria voce, affianca una mantella a sbalzi bianca.



 


”Ci siamo incontrati nel 1993 a Parigi – afferma Raul – durante il nostro primo anno di conservatorio’. Da allora hanno fatto esperienze diverse, ma in realta’ non si sono mai lasciati.Una grande storia d’amore da cui e’ nata anche una bambina.Hanno fatto coppia nel lavoro e nella vita fino al 2006 quando ”e’ iniziato il nostro vero impegno musicale insieme, proponendo un omaggio alla musica del ventesimo secolo ed accostandola alle nostre composizioni’.Merle-Anne, infatti, riadatta in francese, il brano ”I sogni miei’, in origine scritto da Colosimo per Patty Pravo e suonato in anteprima, anche in lingua italiana, proprio a fine incontro. Raccontano che ”Voice Link e’ un progetto che nasce in Calabria, a San Fili (RC), terra magica e terribile, per poi diventare un progetto internazionale’. 



 


Prima del concerto: IL POTERE DEI GIOCATTOLI performance fra parole suoni e visioni.


Regia e voci narranti a cura di Compagnia GestiColando | immaginari sonori di Ludovico Pipito’ | marionette e sculture animate di Ezio Scandurra | versi di Riccardo Raimondo


“Il Potere dei giocattoli e’ uno show al limite con la performance estemporanea, che coinvolge artisti di tradizioni diversissime. La declamazione e la recitazione dei versi in forma di narrazione sono accompagnate dalla chitarra solista di Ludovico Pipito’ e dalle sculture animate di Ezio Scandurra. Non e’ spettacolo teatrale e non e’ improvvisazione, eppure e’ tutte e due cose insieme: l’arte della Memoria attoriale si fonde con la capacita’ di creare immaginari estemporanei, in una continua ricerca d’un giusto equilibrio fra geometria e passione”. (Riccardo Raimondo)



 


Vedi il video su www.lapisnet.it


http://www.lapisnet.it/index.php?k=mapjazzyeamp;s=evento#video