Il cantico dei cantici di John Zorn – Milano, 24 settembre

0
290
Aperitivo in Concerto
Teatro Manzoni
via Manzoni, 42
Milano
www.aperitivoinconcerto.com


Mercoledi’ 24 settembre 2008, ore 21.00
Teatro degli Arcimboldi
 

JOHN ZORN

 
Shir haShirim
(Il Cantico dei Cantici)
con la partecipazione straordinaria di LOU REED eamp; LAURIE ANDERSON

prima europea
unica data europea


 

John Zorn, direzione, sassofono contralto
Lou Reed, Laurie Anderson, voci, voci recitanti
Lisa Bielawa, Martha Cluver, Abby Fischer,Kathryn Mulvihill, Kirsten Sollek, voci
Marc Ribot, chitarra
Carol Emanuel, arpa
Greg Cohen, contrabbasso
Kenny Wollesen, vibrafono e percussioni

Co-produzione con MITO – Settembre Musica

TorinoMilano

Festival Internazionale della Musica


“Aperitivo in Concerto” giunge alla sua ventiquattresima edizione.


         In questi anni, la rassegna prodotta e organizzata al Teatro Manzoni di Milano da Mediaset e Publitalia ’80, con la partecipazione di 3 Italia e in collaborazione con Mondadori, ha costantemente arricchito la sua programmazione di eventi in grado di illustrare gli aspetti più inediti e originali della creatività musicale contemporanea nel mondo globalizzato. Soprattutto è stata presa in esame la tumultuante evoluzione dei linguaggi musicali nelle più avanzate società extra-europee, con particolare riguardo al jazz come tradizione fondante di alcuni fra i più importanti sviluppi creativi della nostra epoca.

         Da tempo s’è esaurita la polemica sulla distinzione fra generi musicali, ancora di più di fronte a fenomeni linguistici in cui il confine fra tradizione accademica e tradizione popolare è labile o, addirittura, inesistente se non priva di ogni significato. Non a caso, la programmazione di “Aperitivo in Concerto” da lungo tempo ormai s’è impegnata nel presentare eventi caratterizzati solo ed esclusivamente da un pensiero fortemente originale e creativo, al di là di ogni steccato stilistico o linguistico. La vasta molteplicità di codici e tradizioni culturali che sempre di più va allargandosi ai nostri giorni è stata l’oggetto principale di una politica di innovazione, cosmopolitismo e spettacolarità che nelle ultime stagioni ha contribuito a un crescente consenso di pubblico e critica.

         Basti, d’altronde, esaminare i passati cartelloni, per capire come lo scopo principale di “Aperitivo in Concerto” sia stata l’abolizione delle frontiere, la libera circolazione della cultura: John Zorn, Bobby McFerrin, Masada, Philip Glass, Dave Brubeck, K. D. Lang, Steve Martland, Ryuichi Sakamoto, Hanna Schygulla, Archie Shepp, Juliette Grèco, Dave Holland, Jaques Morelenbaum, Jo