I Dharma Music Tribe ci raccontano il nuovo singolo “Senza Te”

0
58

Dal 27 maggio 2022 sarà disponibile in rotazione radiofonica “Senza te”, il nuovo singolo dei Dharma Music Tribe. “Senza te” è un brano pop, rock melodico, con incursioni di elettronica, violini e pianoforte. Ritmo ballabile e coinvolgente, testo ironico ma profondo, il cui sfondo racconta la vita quotidiana, le pene d’amore, i ricordi di una vecchia storia, la lotta interiore che sfocia nella forza di reagire. Potente, bellissima e melodiosa la voce di Susanna Regazzi, che intercala la voce maschile come rispondendogli, sfociando in alcuni casi in piacevoli duetti. Il violino in sottofondo racconta la tristezza e la gioia, il pianoforte la speranza, la chitarra elettrica la voglia di andare avanti.

Abbiamo parlato con loro del loro disco di debutto e di come sta andando questo 2022.

– Quali sono gli elementi imprescindibili che hanno reso “Modern Angels” un brano vostro a tutti gli effetti? 

Lo chiedi come dando per sottinteso che si tratti di un argomento di dominio collettivo… così è infatti. Noi siamo persone che credono nel potenziale umano, nonostante tante sciagure, combattiamo quotidianamente per affermare valori che affondano nella sistematicità bieca ed ossessiva della modernità: in questo senso il pezzo ci appartiene, ma siamo parte di una “tribe” disseminata in tuto il mondo.

– A cosa fa riferimento il titolo? E in cosa siete eroi moderni? 

“Modern angels” è un concetto vasto che descrive la forza di molte persone che oggigiorno, nonostante le contraddizioni dell’epoca, le difficoltà, le ingiustizie, vanno avanti senza scendere a patti, ma rimanendo loro stesse… Si tratta di una scelta difficile da affermare, ma fondamentale, in realtà per tutti. Il mondo intorno cerca sempre di buttarti giù, anche di rubarti qualcosa, interiore o esteriore: ci vuole molta resistenza, equilibrio, per rimanere integri, mentalmente ed emotivamente. Se non fosse per questi eroi moderni, cosa sarebbe della società? Una guerra ancora più grande. Siamo (non solo noi, ma chiunque comprenda questa attitudine) eroi moderni quando sappiamo riconoscere il vero dal falso, l’ipocrisia dalla sincerità, quando sappiamo schierarci a fianco della verità, non della convenienza. Noi, sempliemente, almeno ci proviamo, con la musica m anche nel quotidiano.

– A proposito di Senza te, il vostro singolo, cosa consigliereste a chi sta affrontando una separazione? 

Che con la tristezza, la nostalgia, seppur penetrante e spietata, si può convivere, o meglio, si deve convivere, perché è parte indissolubile di questo mondo: queste emozioni possono, e devono, finanche trasformarsi in risorsa, in forza interiore per cambiare. È dalla tristezza che nasce l’esperienza, l’equilibrio, la voglia di andare avanti, la capacità di adeguarsi e la prudenza per non fare altri passi falsi: siamo qui per questo, imparare, e quello che viviamo in qualche modo è ciò che abbiamo bisogno di sperimentare per crescere come persone… Da questo punto di vista non ha senso crucciarsi, ha senso solo rimboccarsi le maniche: la vita allora potrà nuovamente sorprenderci, perché abbiamo azionato il meccanismo che porta alla realizzazione di ciò che speriamo… se non lo facciamo noi, chi potrà farlo?

– Com’è iniziato il 2022 per voi? E come potrà andare avanti? 

Bene, direi. La vita ha sempre i suoi alti e bassi, ma in generale possiamo riprendere a suonare in giro, il gruppo è unito, affiatato, siamo prima di tutti amici oltre che colleghi di lavoro. Inoltre ci sono anche altri progetti in cantiere. Non mancano chiaramente le difficoltà: le supereremo strada facendo.

Per il resto speriamo di portare in più luoghi possibile il disco. Inoltre abbiamo preparato il live che è pronto per essere esibito: non vediamo l’ora. Di certo sarà uno spettacolo speciale, portato avanti da musicisti eccezionali, fatto di buona musica e buona energia. Ci sono 8 artisti sul palco, strumenti di ogni genere, finanche canto lirico: ci sarà da divertirsi.