GRATKOWSKI-KAUFMANN-de JOODE-BUCK | Flatbosc & Cautery

0
332

GRATKOWSKI-KAUFMANN-de JOODE-BUCK
Flatbosc & Cautery
NoBusiness records NBCD 133
2021

Un trio drumless germanico-neerlandese di non breve percorso (ed in precedenza prodottosi con due uscite presso Leo records) costituito dal fiatista Frank Gratkowski, dal pianista Achim Kaufmann e dal bassista Wilbert de Joode apre alla quadratura e consolida le incombenze di un sound già definito ed ‘importante’, arruolando dall’originale, prolifico e già longevo trio australiano The Necks il batterista Tony Buck, che non poteva non addurre almeno qualche elemento dei propri investimenti ‘avant-jazz’ verso una formazione di dimensione ‘chamber’ e di fisionomia diversamente orientata.

Insomma, quando la somma delle parti si fa (quasi) evoluzione esponenziale, ma soprattutto esita in solida e funzionale intesa, come testimonia la presente ripresa live al Loft di Colonia: gli undici minuti d’apertura (Biomes) rendono, con stile ed intensità concreta, ragione dell’amalgama del quartetto, che speditamente da un vibrante clima cameristico s’innerva verso una concitazione febbrile ed urbana, senza risparmio sia delle tensioni individuali che del ‘corpus’ della coralità d’insieme.

Passaggio di similare durata, Roughly Parallel è piuttosto laboratorio creativo dallo sviluppo macerato e graduale, che guadagna tesa drammaticità nell’avanzamento delle alterne voci; acre e misteriosa, la anti-effettistica X-ularities prelude alla ben distinta Tenuous Links Beyond, attraversata da volute flautistiche e una frammentata quanto frenetica scansione ritmica. La sequenza tende a più argomentata rappresentazione nel penultimo brano, Small Ways, Chasmal, oltre venti minuti di liberazione del quadruplice talento e dei transitivi estri, tutti coagulanti in organico corpo, imperiosamente segnato nel terzo iniziale dagli impeti sassofonistici e dalla grandine percussiva in tesa rappresentazione (non immemore delle grandi istanze chicagoane, su tutto), cedendo quindi fisicità per riconfigurarsi entro la dominanza dei centrifughi vortici della tastiera acustica.

Di quest’ultima rileviamo nel complesso la limpida ma belligerante prestazione, altresì i preziosismi d’arco e la carnosa strutturazione del contrabbasso, il gioco percussivo ampio ed il drumming assertivo, infine il versatile quanto energico interventismo e la differenziazione drammaturgica delle diverse voci a fiato; nel complesso “Flatbosc & Cautery” segna un avvenimento creativo di grande firma in collettivo, dovendosi, in coda, un plauso alla conferma nell’oculata dispensazione di scelte della label lituana NoBusiness.

 

Musicisti: 

Frank Gratkowski, sax alto, clarinetti, flauto
Achim Kaufmann, pianoforte
Wilbert de Joode, contrabbasso
Tony Buck, batteria, percussioni

Tracklist:

01. Biomes 11:08
02. Roughly Parallel 12:18
03. X-ularities 8:27
04. Tenuous Links Beyond 7:37
05. Small Ways, Chasmal 21:37
06. Tangible Thin Threads 3:46

Link:

NoBusiness