Gli appuntamenti di febbraio all’Alexanderplatz Jazz Club di Roma

0
307

Programmazione Alexanderplatz Jazz Club dal 9 al 27 Febbraio


Lunedì 9 Febbraio
DARIO DEIDDA CONTEMPORARY JAM SESSION SPECIAL GUEST KIRK LIGHTSEY al piano
Dario Deidda: basso
Roberto Terenzi: piano
Nicola Angelucci : batteria


Una jam session è per definizione un momento musicale durante il quale i musicisti si ritrovano per una performance senza aver nulla di preordinato, improvvisando su griglie di accordi e temi conosciuti. Il termine e la sua pratica nasce negli anni Venti nell’ambiente jazzistico e si diffonde anche ad altri generi. Per riproporre l’atmosfera e l’intento delle session di quegli anni l’Alexanderplatz dedica uno spazio alla musica improvvisata, volendo riprendere ed ampliare il costume d’oltreoceano del confronto tra musicisti. Lo storico club assegna infatti il titolo di Contemporary Session alle serate del lunedì. Sul palco verranno messi a disposizione anche un organo, percussioni e strumenti elettronici da dj per cantanti e strumentisti che potranno confrontarsi con diversi generi musicali con il solo obiettivo di creare musica improvvisata ad alto livello professionale. Direttore artistico delle serate sarà Dario Deidda, diplomato in contrabbasso e basso elettrico.


Martedì 10-mercoledì 11- giovedì 12-venerdì 13-sabato 14 febbraio
KIRK LIGHTSEY TRIO MR PIANO MAN “CELEBRATION TOUR”
70 YEARS OF JAZZ
Kirk Lightsey : piano
Dario Deidda: contrabbasso
Amedeo Ariano:batteria


Il pianista Kirk Lightsey autentica icona del jazz mondiale ritorna dopo 15 anni a suonare all’ Alexanderplatz per cinque serate. Un’occasione per ascoltare e conoscere il grande pianista di Detroit protagonista di un’eccezionale carriera che vanta incisioni con Chet Baker e Sonny Stitt.
Lightsey esalta l’ aspetto melodico del jazz: con più di sessanta album pubblicati e’ uno dei musicisti più prolifici sulla scena internazionale. Versatile e di grande personalità vanta collaborazioni tra gli altri con Dexter Gordon, Chico Freeman, Stan Getz, Wayne Shorter e Aretha Franklin, fra gli altri. A metà degli anni 80 era uno dei Leaders, un gruppo che comprendeva Lester Bowie, Chico Freeman e il batterista Famoudou Don Moye. A fianco delle prestigiose collaborazioni, da Charles Tolliver all’Art Ensemble of Chicago, si è fatto apprezzare come splendido solista e leader; il suo album del 1996, Goodbye Mr. Evans, ricco di imprevedibili soluzioni melodiche e ritmiche, è balzato rapidamente ai piani alti delle charts di jazz negli Stati Uniti. Maestro della melodia, Lightsey traccia fraseggi perfettamente equilibrati nell’intensità e nella comunicativa. Preferendo l’understatement alla pura potenza, tratta le ballad e i brani uptempo con un tocco limpido e una enunciazione sonora profondamente swingante. Kirk festeggerà proprio all’Alexanderplatz il suo compleanno: 70 anni di grande jazz.


Domenica 15 Febbraio
ROSARIO GIULIANI – Omaggio a Ornette Coleman
feauturing: Boltro, Pietropaoli, Sferra
Rosario Giuliani : sax
Flavio Boltro : tromba
Enzo Pietropaoli : contrabbasso
Fabrizio Sferra : batteria


Il quartetto del sassofonista Rosario Giuliani presenta un omaggio alla musica di Ornette Coleman, il jazzista texano che dal 1960 indicò la via dell’ ultimo grande rivolgimento stilistico nella storia del jazz. Compositore, filosofo, pittore e poeta, con il sassofono, il violino e la tromba offrì melodie felici e dolorose, passando alla storia per aver segnato uno stile indelebile negli anni. La formazione rileggerà brani immortali come