Franco Ferguson e IMPRORING, dedicato agli improvvisatori – Catania, 16 dicembre 2008

0
288
IMPROVVISATORE INVOLONTARIO

presenta

Franco Ferguson e IMPRORING
martedi 16 dicembre 2008, ore 21,30
Centro culture contemporanee Zo
piazzale asia, 6 – Catania.
www.zoculture.it
Ingresso libero


“Franco Ferguson e IMPRORING” e’ un incontro tra musicisti con esperienze
musicali diverse che hanno in comune la voglia di suonare musica d’improvvisazione.
Il nostro intento nel dar vita a questa iniziativa e’ quello di aggregare i musicisti mettendoli in condizione di conoscersi fra loro suonando, in modo da favorire uno scambio di idee e pratica musicale.

Per spiegare lo svolgimento della serata abbiamo sintetizzato il tutto in alcuni punti:

-Il palco dove avveranno questi incontri e’ quello dello ZO, la prima serata e’ MARTEDI 16 DICEMBRE 2008 d.C. e si iniziera’ alle h 21,30.
Il ciclo prosegue il 30 dicembre e poi ogni martedi.

-I musicisti che prenderanno parte a questi incontri dovranno suonare con un’attenzione particolare verso l’aspetto sperimentale e dell’improvvisazione, non si suoneranno brani o standards jazz.

-Questa non e’ una Jam Session!

-La musica che si suonera’ sara’ totalmente estemporanea ed improvvisata… in pieno stile Kirk Douglas!

-La serata sara’ articolata in 5 o 6 miniset da venti minuti ciascuno, dove si alterneranno dei gruppi formati con anticipo, le formazioni saranno create in maniera eterogenea, in modo che ogni set abbia una connotazione timbrica e strumentale differente.

-I gruppi saranno comunicati la sera della riunione e saranno insindacabili, con tutto cio’ che ne consegue… non prendetevela troppo con noi se per caso vi troverete a suonare con un gong, bassotuba e clarinetto basso o con un trio di chitarre!!! We’ll do the best we can do# !

-La decisione anticipata delle formazioni e’ funzionale alle esigenze tecniche e di fonia e consentira’ di ridurre i tempi morti di cambio palco, facilitando gli aspetti logistici.

-Ci sara’ a disposizione + un impianto con monitor e microfoni (PORTARE GLI STRUMENTI E GLI AMPLIFICATORI!)

-Franco Ferguson e’ il nostro mentore,faro luminoso e luminare,nonche’ guru e sciamano, luce perpetua che ci indica il cammino nella valle oscura e tenebrosa e all’occorrenza anche l’interruttore della luce nei bagni pubblici.

-Chi volesse partecipare puo’ dare conferma della propria presenza rispondendo a info@improvvisatoreinvolontario.com o presentarsi preventivamente alla serata con una parola d’ordine: FRANCO FERGUSON e IMPRORING IS THE BEST THAT YOU CAN SING!

-Qualora decideste di non venire piu’ siete pregati di comunicarlo tempestivamente. Si provvedera’ inserendo una sostituzione (di tritono…).

Vi apettiamo entusiasti di una tua attiva partecipazione, in caso comunicacela al piu’ presto in modo da poter organizzare in tempo i vari combo.

info@improvvisatoreinvolontario.com
www.improvvisatoreinvolontario.com
www.myspace.com/improvvisatoreinvolontario



Improvvisatore Involontario

È un collettivo artistico fondato a Catania dal vulcanico batterista e compositore Francesco Cusa insieme al chitarrista e compositore Paolo Sorge, e al polistrumentista e videoartista Carlo Natoli ai quali si e’ subito aggiunta Raffaella Piccolo, artista visivo e web designer, nonche’ ideatrice di tutte le copertine dell’etichetta. Nell’arco di pochi anni di attivita’ l’associazione puo’ vantare oramai una quarantina di iscritti sparsi in Italia e all’estero (prevalentemente musicisti, ma anche artisti visivi, designer, scrittori…). Improvvisatore Involontario e’ anche un’etichetta discografica che si va affermando tra le piu’ vivaci realta’ della scena “gezzistica” indipendente italiana; una factory produttiva capace di ideare musica, oggetti di design, video d’animazione, rassegne musicali e reading poetici.

Naked Musicians laboratorio/concerto, condotto da Francesco Cusa, aperto alla partecipazione di musicisti di qualunque livello con la partecipazione di musicisti del collettivo Improvvisatore Involontario. Grazie al supporto di un gruppo esperto di organizzatori e scenotecnici siamo in grado di operare in spazi non convenzionali, sia al chiuso che all’aperto, individuando e allestendo gli spazi piu’ suggestivi del luogo dove ci troviamo ad operare. Il laboratorio Naked Musicians, gia’ lungamente
sperimentato in Italia e all’estero, consente in pochi giorni di conseguire un risultato sonoro divertente e di sicuro impatto. Il coinvolgimento di musicisti e artisti locali e’ presupposto fondamentale per una buona riuscita della manifestazione e per lanciare dei semi che possano poi continuare a dare frutto nel tempo.

RASSEGNA STAMPA
http://www.improvvisatoreinvolontario.com/press