FABRIZIO BOSSO con ELIO COPPOLA BAND al Teatro Summarte di Somma Vesuviana (NA)

0
1139

Grandissimo successo di pubblico per il concerto organizzato venerdì 22 febbraio al Teatro Summarte di Somma Vesuviana (NA) nell’ambito della V Edizione di “Jazz & Baccalà “ diretta da Elio Coppola, con un trio davvero d’eccezione con lo stesso Elio Coppola alla batteria, Antonio Caps all’organo Hammond e Fabrizio Bosso, una delle “icone” del jazz italiano, apprezzato all’estero come uno dei trombettisti più ricchi di talento. Richiestissimo nei contesti più svariati, tra Sanremo e la canzone d’autore, Ennio Morricone e Nino Rota (con la London Symphony Orchestra), Fabrizio Bosso nella sua lunga carriera artistica è riuscito a mantenere intatta la profonda devozione per il jazz in cui la sua classe, la tecnica sopraffina e il suono inconfondibile della sua tromba affondano fortemente le radici.

Sul palco del Teatro Summarte, di fronte ad un numerosissimo ed entusiasta pubblico, insieme a Bosso due bravissimi artisti della scena musicale partenopea, richiestissimi a livello nazionale e internazionale sia con i loro progetti artistici che per numerose collaborazioni  anche all’estero, come Elio Coppola (ha lavorato con Joey De Francesco, Tony Monaco Benny Golson, Hamiet Bluiett, George Cables, Peter Bernstein, e negli ultimi anni con grandi nomi americani come Jerry Waldon,  Benny Bennack, Michael Rosen, Roberta Gambarini) e Antonio Caps, virtuoso pianista che vanta importantissime collaborazioni con musicisti come Flavio Boltro, Maria Pia De Vito, Greg Hutchinson.

Il concerto è iniziato con “What is thing called love” per poi proseguire con “Secret love” e “Eighty one”.

Sotto lo sguardo attento del pubblico presente e i loro applausi il Trio ha proseguito a dare prova della propria bravura e virtuosismo musicale in molti altri standard jazz eseguiti in maniera assolutamente perfetta e coinvolgente come “Mone for daddy”, “Impression” e una strepitosa interpretazione di “The Shadow of Your Smile” che ha scatenato il pubblico in un lunghissimo applauso.

Elio Coppola e Antonio Caps collaborano ormai da anni in diversi progetti e partecipazioni artistiche anche con altri artisti italiani ed internazionali e hanno sempre dimostrato un grande affiatamento e complicità musicale oltre che di un perfetto interplay e grandi spazi che si concedono a vicenda per assoli di altissimo livello musicale, e la presenza di Fabrizio Bosso conferma  e consolida tale affiatamento all’interno del Trio dando prova non solo della sua ormai insindacabile bravura artistica che lo ha reso uno dei trombettisti più bravi al mondo e più celebrati nel mondo artistico italiano ed internazionale con numerosi premi e riconoscimenti, ma anche di un totale affiatamento artistico con il duo Coppola/Caps, rendendo speciale ogni brano eseguito in particolarissime e indovinatissime reinterpretazioni degli stessi brani con versioni apprezzate e applauditissime dal pubblico presente.

Il trio ha salutato il pubblico con altri tre brani: “The nearness of you” (portato al successo dalla coppia Ella Fitzgerald & Louis Armstrong), “There is no greater love” del grandissimo Miles Davis interpretato da Bosso in maniera assolutamente magistrale, per concludere con “The Preacher” accolto da un’autentica ovazione e lunghissimo applauso dal pubblico presente in sala.

Annamaria De Crescenzo