QUARTETTO ALBORADA | Ethos

0
396

Quartetto Alborada
Ethos
Dodicilune
2008


Un punto d’incontro, o se meglio si crede, un singolare anello di congiunzione tra il mondo della musica classica contemporanea ed il jazz in un sapiente e riuscito gioco di contaminazioni tra i due ed altri filoni di musica popolare dal sapore antico.


Potrebbe essere questa una delle definizioni da dare al Cd Ethos, del Quartetto Alborada con l’incontro e la “costruttiva partecipazione” di diversi collaboratori di grande valore.


Il Quartetto Alborada e’ una piccola orchestra di archi – due violini, una viola ed un violoncello,  formazione canonica della musica da camera – con piena vocazione classica; ne e’ un chiaro esempio il brano di apertura, il primo tempo di The Fifth Season, di Karl Jenkins, compositore britannico di musica classica moderna oltre che jazzista.


I brani a seguire sono eseguiti dagli Alborada accompagnati, di volta in volta, da prestigiosi ospiti appartenenti al mondo del jazz. La pianista e cantante Rita Marcotulli in Electric Magic Stick ed in Fur Alina. La cantante Maria Pia De Vito, anche all’elettronica, in Gitanes, una struggente cantata in lingua napoletana, ed in Fur Alina. Il trombettista Paolo Fresu, non nuovo alle collaborazioni col quartetto, in Fratres ed ancora in Fur Alina. Daniele di Bonaventura accompagna al bandoneon Canto e Gitanes. Ed ancora, Angelo Adamo all’armonica cromatica in Andante Dal Concerto Per Armonica, e Cristian Orsini, alias DjCris, alle elettroniche nel Quartetto N  2. Un crescente puzzle di incastri e ricoperture di spazi con colori che vanno da quelli mediterranei a quelli latini, con sporadici richiami ai retaggi celtici delle tradizioni nordeuropee. Autori dei brani sono, in buona parte, gli stessi componenti del gruppo Alborada e qualche ospite del progetto, assieme ad autori di musica classica contemporanea, come il gia’ citato Jenkins, Heitor Villa Lobos, Federico Mompou, Michael Nyman e Arvo Part.



La parola Ethos, nella sua accezione filosofica di competenza e consapevolezza, serieta’ e misura, che ben si attaglia sia ai profili dei componenti del Quartetto che al prestigio tecnico ed artistico degli ospiti, e’ ben “azzeccata” anche nello spirito, presente in alcune delle composizioni, di coniugare ricerca e sperimentazione, antico e moderno.



Particolarmente indicata e’ sembrata l’iniziale definizione di “costruttiva partecipazione”, perche’ si percepiscono la vocazione all’apporto ed al reciproco arricchimento, si riconoscono il rispetto e l’umilta’, con cui ciascuno ha contribuito all’avvicinamento di sfere musicali differenti, nello sforzo di ottenere un risultato unitario, omogeneo ed originale pur mantenendo comunque intatte le peculiarita’ e la riconoscibilita’ di ciascuna sfera.




Musicisti:


Alborada String Quartet:


Anton Berovski – violino


Sonia Peana – violino


Nicola Ciricugno – viola


Piero Salvatori – violoncello



Ospiti:


Paolo Fresu – tromba


Rita Marcotulli – piano, voce


Maria Pia De Vito – voce, elettroniche


Daniele di Bonaventura – bandoneon


Angelo Adamo – armonica cromatica


Cristian Orsini “Dj Cris” – elettroniche



Brani:


01 The Fifth Season – tempo I (Karl Jenkins)


02 Elettra’s Magic Stick (Rita Marcotulli)


03 Canto (Daniele Di Bonaventura)


04 Elektriko (Piero Salvatori)


05 Gitanes (Federico Mompou)


06 Quartetto n  2 – tempo III (Michael Nyman)


07 Fratres (Arvo Part)


08 Andante Dal Concerto Per Armonica (H. Villa Lobos)


09 Veronica (Sonia Peana)


10 Forever (Anton Berovski)


11 Le Temp Qui Change (Piero Salvatori)


12 Fur Alina (Arvo Part)



Links:


Alborada String Quartet:www.myspace.com/alboradastringquartet


Dodicilune Records: www.dodicilune.it