CHARLIE HADEN QUARTET WEST al Manzoni di Milano

0
211

COMUNICATO STAMPA


Domenica 31 ottobre 2010 ore 11.00


PRIMA DATA ITALIANA


CHARLIE HADEN QUARTET WEST


sassofono tenore
Ernie Watts


pianoforte
Alan Broadbent


contrabbasso
Charlie Haden


batteria
Rodney Green


Domenica 31 ottobre 2010, alle ore 11.00, presso il Teatro Manzoni (via Manzoni, 42, Milano), inaugura la ventiseiesima edizione di “Aperitivo in Concerto“, con il ritorno a Milano, dopo un’assenza di oltre otto anni, di uno fra i massimi protagonisti della musica improvvisata degli ultimi cinquant’anni, il contrabbassista Charlie Haden, alla guida del suo celebrato Quartet West.


Le atmosfere ora languide e ambigue, ora taglienti e vibranti della Los Angeles celebrata dagli autori noir come Raymond Chandler (fino all’odierno James Ellroy) e da registi come Howard Hawks, vengono liricamente rievocate dalla sofisticata musica che Haden presenta con Quartet West: Laurel Canyon, la Hollyhock House di Frank Lloyd Wright, il Musso and Frank Grill, Bob’s Big Boy, Ennis House, Hollywood, Bay City, Los Feliz, Silver Lake, luoghi in cui l’architettura viene creata per porre ordine ad una inquieta solitudine umana e che autori come Chandler avvolgono di una disperata poesia. Un mondo violento e cinico ma al contempo soffuso e ammiccante, simbolo di un’epoca che sembra essere scomparsa ma che, come un fiume carsico, ricompare nell’immaginario collettivo non solo americano.


Haden, magistrale strumentista e musicista dalle peculiari doti espressive, compie un’operazione in cui la commossa ma puntuale indagine sa farsi di magica intensita’, assieme ad un gruppo di artisti eccezionali, virtuosi anch’essi ma dalla poetica affascinantemente raffinata. Sul palcoscenico del Teatro Manzoni scorreranno le immagini musicali di un’epoca elegantemente rinchiusa nella snellezza del bianco e nero, ma in cui la vita vibra ancora di colori accesi e traslucidi.


CHARLIE HADEN
Charles Edward Haden (Shenandoah, 6 agosto 1937) e’ uno dei piu’ importanti contrabbassisti jazz contemporanei, reso famoso anche, e non solo, per la sua lunga collaborazione con il sassofonista Ornette Coleman.


Haden e’ nato nello Iowa ed e’ cresciuto in una famiglia di musicisti, che spesso si esibivano alla radio suonando musica country e canzoni folk americane. Haden debutta professionalmente come cantante quando ha due anni, e continua a cantare con la sua famiglia finche’ non contrae, a 14 anni, una forma lieve di poliomielite, che gli danneggia i muscoli della gola e le corde vocali con il risultato che Haden diventa incapace di controllare l’intonazione. Pochi anni prima, egli aveva iniziato a interessarsi al jazz, suonando il contrabbasso del fratello maggiore.


Haden si trasferisce a Los Angeles a meta’ degli anni ’50 e inizia a collaborare col pianista Hampton Hawes e il sassofonista Art Pepper. Assurge alla notorieta’ suonando con Ornette Coleman alla fine degli anni ’50, forse raggiungendo l’apice con l’album The Shape of Jazz to Come. Oltre alla sua associazione con Coleman, Haden collabora con artisti quali Roswell Rudd, Archie Shepp, Gato Barbieri ed e’ anche un membro del trio di Keith Jarrett e dell’American Quartet del pianista dal 1967 al 1976, con Paul Motian e Dewey Redman.


Continua ad imporsi come leader fondando la Liberation Music Orchestra negli anni ’70. In gran parte arrangiata da Carla Bley, il repertorio di questo fenomenale organico improvvisativo si concentrava sulla possibilita’ di coniugare per la prima volta il free jazz con la musica di estrazione dichiaratamente politica, nello specifico il primo album della LMO, ad esempio, si concentrava sulla guerra civile spagnola. Questa esplorazione tematica di generi tipicamente non considerati standard del jazz diviene una caratteristica distintiva dell’approccio di Haden anche con il suo Quartet West. Fondato nel 1987, il gruppo e’ inizialmente formato da Ernie Watts al sassofono tenore, Alan Broadbent al piano e Billy Higgins (poi sostituito da Larance Marable) alla batteria. Oggi alla batteria e’ presente l’eccezionalmente bravo Rodney Green.


ERNIE WATTS
Nato a Norfolk, Virginia, il 23 ottobre 1945, il celebre sassofonista Ernie Watts inizia la pratica strumentale all’eta’ di tredici anni, completando i suoi studi al Berklee College of Music. Fattosi apprezzare come solista nelle fila dell’orchestra guidata dal batterista Buddy Rich, si esibisce anche con il leggendario arrangiatore Oliver Nelson e per oltre venti anni fa parte dell’orchestra del Tonight Show, sotto la direzione del trombettista Doc Severinsen. Vincitore di ben due Grammy Award, negli anni Ottanta inizia a collaborare con Charlie Haden e a farsi apprezzare come leader di propri gruppi, dopo una carriera costruita su di una fenomenale molteplicita’ di collaborazioni, da Carole King a Marvin Gaye, da Frank Zappa a Stanley Clarke, da Billy Cobham a Paul Anka, da Pat Metheny a Cannonball Adderley, che ne hanno fatto uno dei piu’ ricercati artisti degli studi di registrazione californiani ed uno dei piu’ tecnicamente dotati strumentisti sulla scena improvvisativa mondiale.


ALAN BROADBENT
Il fenomenale e sofisticato pianista e arrangiatore Alan Broadbent, nasce il 23 aprile 1947 ad Auckland, in Nuova Zelanda. Dopo studi musicali iniziati in patria, si trasferisce negli Stati Uniti, dove si diploma al Berklee College of Music. Di eccezionale cultura musicale, soprattutto in campo improvvisativo, e dotato di sofisticate doti d’arrangiatore, si afferma per le sue collaborazioni con artisti quali Woody Herman, Warne Marsh, Chet Baker, Bud Shank, Irene Kral, Sheila Jordan e si impone come arrangiatore e accompagnatore a fianco di cantanti come Natalie Cole e Shirley Horn. Fa parte del Quartet West di Charlie Haden sin dalla fondazione del gruppo, apportandovi il patrimonio della sua squisita vena improvvisativa.


RODNEY GREEN
Nato a Philadelphia, il batterista Rodney Greene e’ oggi uno fra i piu’ apprezzati strumentisti sulla scena musicale americana. Dopo iniziali collaborazioni ed esordi con il pianista Orrin Evans e il sassofonista Sam Newsome, collabora con il contraltista Bobby Watson, che lo conduce in tourne’e in Italia. A diciassette anni si trasferisce a New York, dove si esibisce con artisti del rango di Christian McBride, Eric Reed, Greg Osby, Joe Henderson, Benny Green, Tom Harrell, Mulgrew Miller. Due anni dopo collabora con la cantante Diana Krall e si afferma definitivamente grazie a collaborazioni e incisioni con Terence Blanchard, Carmen Lundy, Stephon Harris, Charlie Haden, Wynton Marsalis, Ravi Coltrane, Lizz Wright, Terell Stafford, Ben Wolfe, George Benson, Nicholas Payton, Cyrus Chestnut, Sadao Watanabe, Antonio Hart, Adam Rodgers, Michael Brecker, Kenny Barron, Marc Cary, Abbey Lincoln, Betty Carter, Shirley Scott, Benny Wallace, Makoto Ozone, Wycliffe Gordon, Paula West, Bruce Barth, Peter Cincotti, Andy Bey, New York Voices, Herbie Hancock , Dianne Reeves.


Abbonamento n. 11 concerti € 125
in vendita alla cassa del Teatro – 02 7636901
dal 21 giugno al 24 ottobre 2010
posti fissi e numerati


Prevendita
dal 25 ottobre 2010
Biglietto € 12 + prevendita
Ridotto giovani € 8 + prevendita
alla cassa del Teatro – 02 7636901
Numero Verde 800-914350


circuito Ticketone + Call Center 892.101


Biglietti concerto fuori abbonamento
8 nov.
Masada Marathon iPod Concert
Prevendita dal 21 giugno
€ 15/20 + prevendita
€ 12/16 + prevendita Ridotto giovani


Informazioni:


Teatro Manzoni
Via Manzoni, 42
20121 MILANO
tel.: 02 763690681/682
fax: 02 763690646
www.aperitivoinconcerto.com
www.teatromanzoni.it


Marco Ferullo
ufficio stampa
347 19 32 762
marco.ferullo@gmail.com