CARLO PORFILIO: Standards e Style in punta di bacchette

0
283

Sound Contest: Ciao Carlo, grazie di aver accettato l’invio di Sound Contest a “raccontarti” per fare conoscere meglio ai nostri lettori te ed il tuo lavoro attraverso i tuoi commenti diretti al titolo del tuo ultimo Cd, “Carlo Porfilio TrioFamous Standards With Style“. Inizia a dirci di “Carlo Porfilio Trio”…

Carlo Porfilio: Intanto grazie a voi, e’ un gran piacere rispondere alle vostre domande.

Grazie a mio fratello Claudio, anch’egli batterista “per hobby”, mi e’ stata trasmessa questa passione che da subito e’ stata fortissima, e lo e’ tutt’ora, a distanza di 27 anni… dall’eta’ di 8 anni, quando mio fratello mi presto’ per la prima volta le bacchette, non le ho lasciate piu’. Ho studiato tantissimo questo strumento, e ho ascoltato sempre tantissima musica, di tutti gli stili e culture. Ho collaborato moltissimo con artisti famosi e non famosi, nazionali ed internazionali, gruppi, musicisti, attori, produttori, suonando e vivendo tutti gli stili di musica.

Il Carlo Porfilio Trio nasce proprio dall’amore infinito per la batteria, per la musica e dalla collaborazione con alcuni musicisti di ottimo livello, che hanno sempre e subito capito le mie intenzioni, Giuseppe Berardi alla chitarra e Paolo Trivellone al contrabbasso.

S.C.: … “Famous Standards…”

C.P.: “Famous Standards…” perche’, ripercorrendo il periodo storico dalla nascita del “jazz”, in concomitanza del quale si e’ avuto il perfezionamento dello strumento “Batteria”, propongo gli standards piu’ famosi della storia del “Jazz”; perche’ voglio che il pubblico ascolti, proposte dal mio trio, le piu’ belle melodie scritte in quel periodo storico.

S.C.: “… With Style” …

C.P.: “With Style”, proprio perche’ cerco di aggiungere originalita’ con i miei arrangiamenti; quindi gli standards piu’ famosi “impacchettati” con il mio stile personale, maturato da ormai oltre venti anni di carriera musicale e dall’espressivita’ maturata nel corso dalle nostre esperienze “live”.

S.C.: Quali particolarita’ credi sia significativo sottolineare di questa tua ultima fatica?

C.P.: Credo che il nostro Famous Standards With Style sia un disco, particolare sia per l’ sviluppo dell’idea sia per l’espressivita’ con cui e’ stato suonato.

Ma le cose piu’ particolari, in effetti, credo siano delle novita’ e delle sperimentazioni che ho apportato negli arrangiamenti… cose che nessuno credo abbia fatto prima d’ora…

Non voglio anticipare molto su questa cosa, e credo anche che non sia facile percepirla nei primi ascolti del disco, occorre molta attenzione, e sara’ certamente avvantaggiato l’ascoltatore sia piu’ esperto di musica in tutte le sue forme… ma voglio lasciare un velo di mistero su queste particolarita’, cosi aumenta la voglia di ascoltare il disco per scoprire tutto quanto c’e’ dietro…

S.C.: Chi pensi di dover ringraziare per averti fornito un supporto, un aiuto, indispensabile o inaspettato?

C.P.: Innanzitutto, i musicisti del mio “Trio”, Giuseppe e Paolo, che hanno registrato il disco con me e che mi hanno sempre supportato alla grande in molti concerti. Poi il grande fonico abruzzese Domenico Pulsinelli, che mi ha ospitato nel suo studio privato. E poi, non ultima, la mia famiglia, mio fratello Claudio, e a mia figlia Grace, cui dedico questo lavoro.

S.C.: Quale credi sia il tuo miglior pregio?

C.P.: L’essere una persona che cerca di fare sempre del bene sotto la guida di DIO.

S.C.: … ed il peggior difetto?

C.P.: Questo lo dovrebbero dire gli altri che mi conoscono… come anche i pregi…

Io so soltanto che cerco di fare sempre del bene, e se riesci a fare del bene, i difetti si notano meno… o no?

S.C.: Quali saranno i tuoi impegni e/o progetti per il prossimo futuro?

C.P.: Sicuramente molti, ho tante idee per la testa da tramutare in realta’, sicuramente altri dischi con il mio trio, altre toune’e’ con gli O.R.O., altre collaborazioni, con tanti musicisti, artisti, che gia’ mi hanno contattato per realizzare dischi, live etc…

Dal punto di vista della didattica, insegno batteria da oltre 15 anni e molti batteristi, partendo da zero, sono arrivati ad essere bravissimi batteristi-musicisti professionisti. Uscira’ una collana di metodi per imparare a suonare partendo da zero, fino al massimo perfezionamento, passando per tutti gli stili musicali.

Infine, sto lavorando al mio primo disco fusion, perche’ ho un’altro progetto da sfornare, “Carlo Porfilio Band” dove vorrei proporre tutti i miei brani originali, che sono nel cassetto da quando avevo 15 anni. Si tratta di musica strumentale di genere Fusion, con tante sfaccettature e mescolanze di stili… Fusion in senso letterale, quindi, nel senso di fusione di generi. Ogni brano sara’ registrato con musicisti diversi, ci saranno anche nomi “very big” di livello mondiale… ma ho gia’ svelato troppo, le altre dovranno essere tutte sorprese.

S.C.: Grazie a Carlo Porfilio, cui auguriamo i migliori successi assieme al suo Trio.

La recensione di Carlo Porfilio Trio – Famous Standards With Style su Sound Contest