CamPet Singers live al MADRE – Napoli, 23 luglio 2010

0
217

Dopo la strepitosa accoglienza che il pubblico ha riservato alla performance di Dweezil Zappa lo scorso venerdì, per una serata si cambia rotta nella rassegna “Un’Estate al Madre” e “PROGETTO SONORA”, per Venerdì 23.7.2010, ore 21:30, propone una virata artistica all’insegna di originalità, ironia ed eleganza con i CAMPET SINGERS in “VOCALIeamp;CONSONANTI 2010”. Museo MADRE (via L. Settembrini n. 79, Napoli. Ingresso 10,00 €. Info e prenotazioni 081/19313016, www.progettosonora.com).




 
“If it’s music, we’ll sing it”.


Fedeli al motto degli Swingle Singers – storica formazione francese degli anni ’60 – e sensibili alle finezze e alla lezione del mitico Quartetto Cetra, i CamPet Singers nascono nel ’91 da un’idea di Andrea Campese e Sergio Petrarca col desiderio di realizzare con le soli voci repertori originariamente pensati ed eseguiti con vari strumenti.


Ed è proprio la voglia di utilizzare la voce come strumento, sfruttandone la duttilità e le infinite sfumature, volontà unita a un gusto per l’ironia, il divertimento e il paradosso in musica, che accomuna i componenti del gruppo e ne fa una delle formazioni più inedite del panorama musicale, sottraendosi a qualsiasi classificazione di genere.


Non a caso i programmi dei concerti dei CamPet spaziano dal classico al moderno, dal rock alla musica di tradizione, dalla polifonia accademica al minimalismo, sino a veri e propri calembour sonori e artistici.


Un ensemble d’eccezione che canta esclusivamente a cappella, costituito da quelle che si definiscono in gergo “prime parti” (6 femminili e 6 maschili), che all’indiscutibile e prezioso apporto canoro unisce, nelle proprie performance, presenza scenica, capacità interpretativa, originalità delle rivisitazioni ritimiche e sonore, nonchè micro-coreografie, dando vita a un canto che si fa spettacolo a 360 gradi!


I CamPet Singers hanno alle spalle un percorso che, a seconda delle esigenze musicali, varia da un minimo di 4 fino a 12 vocalist che, inoltre, collaborano da anni con importanti gruppi corali e strumentali (Ensemble Vocale di Napoli, Cappella Musicale Theatina, Ensemble di Musica Medievale ‘Laude Novella’, per citarne solo alcuni).


I CamPet si sono esibiti con successo in Conservatori (Napoli, Matera, Cosenza), per varie istituzioni (Provincia di Napoli, Comune di Napoli), fondazioni (Telethon) e per stagioni concertistiche (Associazione ‘Scarlatti’, ‘Centro di Musica Antica’ di Napoli, ‘Scatola Sonora’, Associazione ‘Euterpe’ di Sassari, Associazione ‘Amici del San Carlò), nonchè da alcuni anni collaborano con la Chiesa Luterana di Napoli per eseguire le musiche di nuovi compositori nell’ambito del Concorso Nazionale di Composizione, oltre che con artisti del calibro di Roberto De Simone, Antonio Florio, Michele Campanella, Renè Clemencic.


Nel 2002 hanno partecipato al “1  Concorso Internazionale Napolifestival” ottenendo il II premio.


Nel 2006 hanno preso parte al “Festival Internazionale di Ravello” con un programma mozartiano.


Recentissima è la loro presenza nell’ambito della rassegna internazionale ‘Incontri Musicali Sorrentini 2008’ e della kermesse musicale del Museo MADRE.


Nel 2008 hanno presentato ed eseguito per l’Associazione Scarlatti un originale concerto di musiche rare a cappella di Beethoven.


Il gruppo ha inoltre inciso il CD ‘Vocali eamp; Consonanti’, in cui vengono rielaborate con le sole voci canzoni italiane dagli anni ’40 ai ’70; hanno inoltre collaborato al disco di Enzo Moscato “Cantà” su musiche di Pasquale Scialò.


Gli arrangiamenti dei brani sono a cura di Sergio Petrarca, Andrea Campese e Carlo Forni.


I CamPet Singers sono: Francesca Zurzolo, Rosalia La Volpe, Ester Castaldo, Alessandra Lanzetta, Francesca Veglione, Luisa Daniele, Guido Ferretti, Andrea Campese, Felice Mondo, Carlo Forni, Sergio Petrarca e Mark Weir.


Siti web di riferimento: www.myspace.com/campetsingers, www.campetsingers.com


 


I pezzi in programma per la serata:
C. Janequin – Le chant des oyseaux
J. Dowland – Say love
A. Vivaldi – Largo dall’ Inverno
W.A. Mozart – Ouverture dal flauto magico
L. van Beethoven – Ich liebe dich
Chiosso, Buscaglione – Noi duri
Mogol, Dello – Un angelo blu
B. Joel – The longest time
W. Mertens – Close cover
B. Bacharach – I say a little prayer
B. Eno – By this river
T. Hatch – Downtown,
Dal repertorio del Quartetto Cetra:
Giacobetti-Kramer – Crapa pelada,
Garinei-Giovannini-Kramer – Palco della scala
Kramer-Rizzi – Un bacio a mezzanotte
Savona-Cichellero-Giacobetti – Però mi vuole bene