BOBBY SOUL: CONSEGUENZE DEL GROOVE e’ il nuovo disco.

0
25
Un album solista soltanto nominalmente perche’ in realta’ – lungo le 18 tracce che solcano il lavoro – si avvicendano le tre band che hanno accompagnato il cantante genovese in questi ultimi anni dopo le esperienze con Blindosbarra, Sensasciou e Voci Atroci: Les Gastones, The Knickers e Los Bonobos Boracheros.
E’ un album che gronda Funk, sangue, sudore e seme, dai testi sinceri e personali e che lungo la strada del Groove arriva a sfociare in sonorita’ insolitamente elettriche per Bobby Soul, definito non a caso “ll Padrino italiano del funk” dalla rivista Rolling Stone. 
La linea che unisce tutto il lavoro e’ l’attitudine all’istinto e alla liberta’, molti dei brani che lo compongono sono nati da autentiche Jam registrate negli studi Alchemist di Londra e Zerodieci di Genova. Molti ospiti arricchiscono ulteriormente questo viaggio nel mondo del Groove. 
Esce per la Delta Italiana, la distribuzione CNI Music e le edizioni Cramps Music. 

Alberto “Bobby Soul” De Benedetti e’ riconosciuto come uno dei pionieri della Black Music italiana. Dalla fine degli anni ’80 e’ cantante, produttore, deejay e organizzatore di eventi. Lega il suo nome ad alcuni gruppi cult della scena indipendente italiana come le Voci Atroci, gruppo “accappella” dalle vertiginose e bizzarre performance vocali guidato dall’attore musicista Andrea Ceccon, i Sensasciou, gruppo che ha contaminato ritmi giamaicani e afro-americani con la tradizione popolare genovese, Cni Music, poi Premio Tenco 1997 e soprattutto Blindosbarra, probabilmente la piu’ importante formazione funk italiana, con 4 CD all’attivo di cui due sotto l’egida della BMG aryola e la produzione di Ben Young (Massive Attack) e Carlo Rossi (Jovanotti, 99 Posse fra gli innumerevoli altri). Con questi tre gruppi ha registrato una dozzina di CD e si esibito migliaia di volte in Italia e all’estero, fra cui MTV day, Primo Maggio a Roma e l’apertura del concerto U2 a Reggio Emilia. E’ anche produttore di musica per documentari, sfilate di moda e sonorizzazioni varie.  Ha fatto parte della crew dei ContestiScomodi, con cui ha pubblicato il libro-disco “Ometto”, che ha stupito tutti per aver dato, prima esperienza in Italia, il groove alla poesia. Scrive testi e musiche per il teatro e tuttora sta portando in giro lo spettacolo rivisitato di Omero “Odissea con DeeJay”.  Il suo primo album solista esce nel 2007.  “Draghirossi eamp; Buchineri”,  ha raccolto i consensi di tutta la stampa specializzata, del pubblico e della radiofonia, che nel 2008 tramite il MEI gli assegna il premio Indie Music Like, come artista indipendente piu’ trasmesso nelle radio. Arricchito da molti inediti, reload,remix e da videoclip, esce nel 2009  73% phunk (Cramps/Self). Altro clamoroso successo che porta Bobby Soul e Les Gastones (la band che lo ha accompagnato in questa avventura) ad effettuare circa 400 concerti!
Bobby Soul, insieme al compianto Ernesto De Pascale  col progetto disco e live di  FunkinItaly ha prodotto due compilation; riunendo una quarantina di band della scena italiana sotto l’insegna del groove e dell’energia e dando alle stampe un’antologia epica del funk italico.

BOBBY SOUL – Official site
http://www.bobbysoul.com/

ufficio stampa
PROTOSOUND POLYPROJECT – www.protosound.net
L’ALTOPARLANTE – www.laltoparlante.it