Antonio Onorato: col vento nelle mani e la musica nel cuore

0
361

Abbiamo intervistato il chitarrista jazz Antonio Onorato riguardo al suo libro “Vento nelle mani musica nel cuore” ed abbiamo esplorato diversi aspetti del suo modo di intendere il suo lavoro e la sua napoletanita’.



SoundContest: Nel tuo libro e’ fortemente evidente un rifiuto deciso per le logiche di mercato, cui sono allineati “certi musicisti” che accettano di proporre un prodotto “qualsiasi” purche’ serva a far soldi: quali princi’pi ti guidano a mantenere alta la qualita’ del tuo prodotto e come pensi si possa migliorare la sensibilita’ del pubblico verso la qualita’?



Antonio Onorato: Sono gli stessi principi etici che fanno parte del mio modo di essere… ho sempre presente l’insegnamento del grande John Coltrane: “Un musicista puo’ migliorare molto se migliora innanzitutto come essere umano”… Per migliorare la sensibilita’ del pubblico deve migliorare in primis l’informazione mediatica… purtroppo oggi questo e’ il grande problema che alimenta la sottocultura imperante. C’e’ troppa gente che fa informazione mediatica che non ha sufficiente cultura, sensibilita’ e raffinatezza…



SC: Nel Cd allegato al libro, e nella tua musica piu’ in generale, e’ sempre riconoscibile l’elemento napoletanita’”, lo stile mediterraneo, seppure evoluto e rielaborato in mille modi diversi. Molti altri artisti danno un taglio netto alle relazioni con le proprie origini oppure vi si aggrappano senza alcun intervento innovativo: avere un background come quello partenopeo e’ piu’ un vantaggio oppure un limite?



A.O.: E’ sicuramente un vantaggio, sempre se sai far filtrare le tue tradizioni nel caleidoscopio della tua interiorita’, puntando verso un costante rinnovamento della propria cultura di base.



SC: Dilaga ormai da lungo tempo la tendenza alla perdita dell’identita’ e dei valori culturali a favore di interessi prettamente consumistici, a tutti i livelli. Napoli poi, in particolare, e’ attraversata anche da episodi di violenza e di teppismo che interessano ormai anche la scuola, che dovrebbe invece produrre l’educazione e la cultura, e sono quindi proprio i giovani ad alimentare i comportamenti piu’ deleteri: com’e’ possibile intervenire con la cultura, che ruolo puo’ avere la musica, per contrastare queste tendenze e ricondurre tutti a comportamenti su una via piu’ corretta?



A.O.: La mancanza di cultura alimenta la violenza… questo ormai e’ stato assodato da tempo. Quindi la Musica puo’ avere un potere catartico sulle persone… ma deve essere una musica messaggera di pace e di amore e proposta dagli angeli e non da demoni a volte molto ben mimetizzati, come spesso accade. La gente spesso non se ne accorge… io riesco a capire quando c’e’ il “male oscuro”, anche quand’e’ nascosto dietro una faccia angelica.



SC: Sei stato il direttore artistico della collana “Note Inedite”: com’e’ nata l’iniziativa, quali difficolta’ hai incontrato e come le hai superate, e quali sono stati principali pregi e i difetti di ciascuno degli autori che hanno diviso con te questa esperienza?



A.O.: L’iniziativa e’ nata discutendo con Giovanni Russo, che e’ il direttore di marketing della Sigma-libri… Giovanni e’ stato per un periodo mio allievo e lui mi ha convinto a lanciarmi in quest’avventura… io poi amo le sfide. Mi fanno apprezzare di piu’ la vita e mi danno energia. Stimo molto tutti i collaboratori della “mia” collana. Ognuno, nel suo campo e’ bravissimo… Poi, per me, sara’ motivo di vanto a vita, il fatto di avere pubblicato l’autobiografia ufficiale del piu’ grande jazzista italiano, Franco Cerri…



SC: Ed ora, prima di lasciarci, raccontaci qualcosa del tuoi ultimi progetti…



A.O.: E’ attualmente in circolazione il mio ultimo disco e’ “Tudo Azul”. E’ una locuzione verbale usata in Brasile per dire “Tutto Bene”… un modo per guardare fiducioso e con positivita’ al futuro… ed ora sto lavorando al mio prossimo disco… il titolo sara’ “Native Spirits” e sara’ dedicato alla storia dei nativi americani…



SC: Ringraziamo Antonio Onorato per la sua cortesia e disponibilita’.


Antonio Onorato Official Web: www.antonioonorato.com
Antonio Onorato Official MySpace: www.myspace.com/antonioonoratoband


Noteinedite: www.noteinedite.it/onorato/index.htm
Sigma Libri: www.sigmalibri.it/catalogo/vsigman1.htm