Di Stefano Dentice


THEO ALLEGRETTI

Memorie del Principio

Dodicilune Edizioni Discografiche e Musicali, 2016

Memorie del Principio

Un excursus profondamente ascetico e suggestivo che si snoda attraverso una forbita narrazione volta a rappresentare in musica il pensiero di alcuni tra i più autorevoli filosofi presocratici della storia. Memorie del Principio” è la nuova creazione discografica  dell’erudito pianista  Theo Allegretti. I nove brani contenuti nel disco scaturiscono dalla vivida creatività compositiva dell’autore. Da Verso Mileto trasuda la riscaldante mediterraneità che alberga nel DNA di Allegretti. Qui l’incedere pianistico è sinuoso e ipnotico. Da dove gli esseri hanno l’origine (Anassimandro) è una composizione onirica, debordante di pathos evocativo, che dà l’idea di librarsi nell’aria perdendo inconsciamente la percezione spazio-temporale. L’eloquio di Allegretti è etereo, imperlato da pause pensose che incrementano esponenzialmente la suspense emozionale. Il climax crepuscolare di La tranquillità dell’animo (Democrito) è pervasivo. Allegretti cesella il suo pianismo attraverso un tocco fatato, curando la dinamica con gusto e sagacia. “Memorie del Principio” è frutto di una minuziosa introspezione, un album che sortisce un effetto medicamentoso per lo spirito, in cui spicca una succulenta melodiosità dal sapore europeo.

 

Genere: Contemporary Jazz

Musicisti:

Theo Allegretti, piano, prepared piano

Brani:

01. Verso Mileto
02. Scegli una sola cosa (Talete)
03. Da dove gli esseri hanno l’origine (Anassimandro)
04. Tutto scuote (Senofane)
05. Cosi profondo è il suo logos (Eraclito)
06. Là mi portarono i molti saggi corsieri (Parmenide)
07. Tanto più è anche adesso (Anassagora)
08. La tranquillità dell’animo (Democrito)
09. Il Caos vi era…

Link:

Theo Allegretti

Dodicilune Edizioni Discografiche e Musicali


Pubblicata il 13/03/2017