Di Marco Vigliani


MAURO PINA

La mia anima è latina

La mia anima è latina

Ne avevamo parlato tempo fa di Mauro Pina. Il suo nuovo disco, ma soprattutto questo singolo dal titolo “Sei fantastico” assieme alla grandissima Rosalinda Celentano, ha fatto tanto parlare anche grazie ad un video assai glitterato che ci regala la rete. Ma riascoltando questo “L’ho scritto io” trovo che il titolo sia assai calzante se pensiamo quanto sai “battistiano” il nostro… e pensiamo a certe sfumature prog di questo disco, a forti richiami della canzone d’autore, a quel gusto di sorprenderci virando improvvisamente in una bossa nova o addirittura portandoci a spasso in territori davvero latini di calore e di tradizione. Un disco interessante. Ho letto molto di lui in rete e di certo sono d’accordo: quando il disco vira (ancora sorprendentemente) in inglese, acquista una luce e una pace che non ha eguali. Una breve intervista… di poche parole… ma va bene così!!!

 

 

 

Mauro Pina come artista e come fan… cosa raggiunge e che cerchio chiude con questo disco e in particolare con la featuring della Celentano?

Spero raggiunga una striscia immaginaria sul terreno che è la mia partenza… Il featuring di Rosalinda mi ha aiutato a raggiungerla.

 

Anima latina… ce ne sta tanta dentro non trovi? Sei d’accordo?

Anima tanta… Sicuramente… Latina non so, penso di essere, a livello di gusto, più anglosassone.

 

Un piede verso il resto del mondo e un piede a cercare le tradizioni italiane… dove punta il tuo personalissimo ago della bilancia?

Come ti dicevo prima probabilmente verso il resto del mondo. Ma esiste anche la buona musica italiana.

 

Che poi se io ti dicessi che ci vedo dentro del “progressive”? Intendo non quello letterale, ma quel certo modo di fare musica che mescola a sé tante tradizioni diverse… in fondo il progressive era ed è questo…

Sicuramente ci si può sentire anche questo. A modo mio, ma ti do ragione.

 

Un nuovo video? Hai in cantiere qualcosa del genere?

Sta per uscire il secondo videoclip ufficiale, quello di Ora basta, e subito dopo un paio di video di backstage del lavoro fatto in studio.


Pubblicata il 10/01/2018