1989 in concerto a Cappella Orsini tra jazz e rap

0
34

In programma venerdì 28 giugno alla Cappella Orsini di Campo de Fiori, il concerto del rapper cassinate-romano 1989. Un evento unico dove il musicista presenterà il suo ultimo album “Gente che odia la gente” pubblicato da Time 2 Rap in chiave jazz. 1989 si descrive come un musicista che racconta questo nostro presente semi-distopico. Parla a coloro presenti sul suo stesso gradino della scala sociale: quelli che sono oppressi dai ricchi, ma continuano a prendersela con i poveri.

Semplificando quella che potrebbe essere la definizione del genere, 1989 propone un raffinato connubio di alternative rap e cantautorato. Accompagnato dal trio Flying Bull & Chickpeas l’artista mescolerà gli accenti del rap con i ritmi sincopati del jazz, in un esperimento unico nel suo genere.

Nella suggestiva location della Cappella Orsini, edificio medievale costruito sulle rovine del Teatro di Pompeo, le liriche del rap si fonderanno con un tappeto groove jazz cristallizzato da piano, basso e batteria, in una versione inedita di un disco che ha le stesse caratteristiche dei nostri tempi: oscuro e decadente.

Se le rime del rap sono uno strumento fondamentale che 1989 utilizza per comunicare con il mondo, la sua visione artistica è un meccanismo decisamente più strutturato. Non a caso l’artista cita tra le sue influenze George Orwell, Carmelo Bene e Willie Peyote, così tra le sue canzoni scorrono Hip-Hop, rock, elettronica e jazz, che passando da Mezzosangue e Lou X arrivano a Giorgio Gaber, Tom Waits, Kendrick Lamar e J. Cole. Una ricetta che mescola questi ingredienti con originale ispirazione, accostando sonorità ricercate alla profondità dei testi.

Sul palco con 1989 i Flying Bull & Chickpeas composti da Raffaele Bove (basso), Virgilio Volante (piano) e Massimo Ceci (batteria).

 

venerdì 28 giugno

Ore 20.00

Cappella Orsini

Via di Grotta Pinta, 21 – Roma

Ingresso Euro 10

Infoline 3474856302