Di Annamaria De Crescenzo


IL JAZZ ITALIANO PER AMATRICE

L’Italia attraversata dal jazz e dalla solidarietà

L’Italia attraversata dal jazz e dalla solidarietà

L’Italia attraversata dal jazz e dalla solidarietà. 700 Musicisti impegnati sui palchi di 25 città di tutta Italia, una grande giornata di solidarietà musicale.                                                  

Domenica 4 settembre si è realizzata una straordinaria giornata all’insegna della musica e della solidarietà “Il Jazz Italiano per Amatrice e per gli altri territori colpiti dal sisma” sostenuta e promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e realizzato da Associazione I-Jazz, unitamente a MIDJ Musicisti italiani di Jazz e Casa del Jazz, sotto la guida del Direttore Artistico Paolo Fresu.

 

700 Musicisti impegnati sui palchi di 25 città di tutta Italia, una grande giornata di solidarietà musicale, con la presenza di alcuni tra i più rappresentativi musicisti italiani (impossibile l’elenco completo, basti citare solo alcuni nomi, Paolo Fresu, Tullio De Piscopo, Fabrizio Bosso Quartet, Maurizio Gammarco Trio, Raphael Gualazzi, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, Fabio Zeppetella Quartet, Gabriele Mirabassi e Roberto Taufic, Giorgio Li Calzi, Barbara Casini Quartetto, Motus Trio, Patrizia Scascitelli e moltissimi altri), una campagna di crowdfunding nazionale per raccogliere fondi destinati al restauro ed alla riapertura del Cinema Teatro Comunale “Giuseppe Garibaldi” di Amatrice, luogo simbolo della cultura e della ricostruzione del tessuto sociale di uno dei centri storici distrutti dal sisma e in vendita un libro di fotografie preparato grazie alle foto concesse a titolo gratuito da tantissimi fotografi presenti all’evento dell’anno scorso.

 


Pubblicata il 12/09/2016