Di Donatella delle Cese


PAOLO PALOPOLI & SERGIO FORLANI

Back On The Ground

Four Heads, 2017

Back On The Ground

Back On The Ground, uscito per l’etichetta Four Heads, segna il ritorno in sala di incisione del chitarrista napoletano Paolo Palopoli insieme al pianista Sergio Forlani, che rinnovano, in tal modo, la loro già pluriennale collaborazione.

Il loro sodalizio artistico, infatti, era iniziato nel 1998, aveva già prodotto tre lavori discografici: First Out, Armodia Etnica ed Etnodie.

Diversi special guests, di grande spessore artistico, arricchiscono ulteriormente il lavoro: Daniele Scannapieco al sassofono, Gianfranco Campagnoli alla tromba, Emilia Zamuner alla voce, Raffaele Carotenuto al trombone, Rocco Di Maiolo al sax, Salvatore Zannella alle percussioni e ben due sezioni ritmiche: la prima, composta da Aldo Vigorito al contrabbasso ed Enrico Del Gaudio alla batteria; la seconda, caratterizzata da Salvatore Ponte al contrabbasso e Domenico Benvenuto alla batteria.

On The Ground è caratterizzata da vocalizzi bebop, che si delineano tra note jazz e fusion, intervallati da sinuosi virtuosismi di chitarra elettrica.

Il blues ‘alla maniera di George Benson’ in No Claims è caratterizzato dai pianismi di Forlani e dalla chitarra di Palopoli, che abbracciano il sax di Scannapieco.

State Of Mind è un canto dolcissimo, una slow bossa affidata alla voce della Zamuner e a un insieme di maestria e classe musicale di alto livello.

Oriente Express è un jazz tradizionale, permeato da un sound ECM, che esplode in suoni che danno presto spazio anche al canto, che si fonde perfettamente con il mood del pezzo; Z Nation è un blues irregolare che potrebbe essere una ottima colonna sonora per una scena di azione del film, il cui filo conduttore è imbastito, in particolare, dalle colorate note del sax.

E mentre in Vintage (For Them) ritroviamo una ballad di soavità e dolcezza, che trovano sviluppo specialmente nella voce e nei solo della tromba di Campagnoli, in Oriente Express (Instrumental) scopriamo tromba e chitarra a dialogare perfettamente in un’abile sintesi.

Funktown è un’esplosione di Blues, che dà spazio all’abilità di tutti gli strumentisti, che ci regalano un finale con i fiocchi.

 

Davvero interessante, ascoltatelo.

 

Musicisti:

Paolo Palopoli, chitarra
Sergio Forlani, pianoforte

Special Guests:

Daniele Scannapieco, sassofono
Gianfranco Campagnoli, tromba
Emilia Zamuner, voce
Raffaele Carotenuto, trombone
Rocco Di Maiolo, sax
Salvatore Zannella, percussioni
Aldo Vigorito, contrabbasso
Enrico Del Gaudio,batteria
Salvatore Ponte, contrabbasso
Domenico Benvenuto, batteria

 

Brani:

1. On the ground
2. No Claim
3. State of mind
4. Oriente Express
5. Nation
6. Vintage (for them)
7. Oriente Express (instrumental)
8. Funktown

 

Link:

Full Heads


Pubblicata il 24/01/2018