Di Stefano Dentice


STEFANO CARBONELLI QUARTET

Morphé

Cam Jazz, 2018

Morphé

Illuminanti trame armoniche e ritmiche, tessute con vivido estro e intraprendenza, che accendono l’interruttore della mente. “Morphé” è il nuovo capitolo discografico firmato Stefano Carbonelli Quartet, audace formazione costituita da Daniele Tittarelli (sax alto), Stefano Carbonelli (chitarra), Matteo Bortone (basso e contrabbasso) e Riccardo Gambatesa (batteria). La tracklist si compone di nove brani originali frutto dell’ingegnosità di Carbonelli, eccezion fatta per Car A Vudge Joe (Matteo Bortone). Il climax di Arrgh è velatamente enigmatico. L’eloquio di Tittarelli è materico, ponderato e snocciolato con estrema sagacia. Kafka è una composizione che sembra proiettata verso un mondo onirico. Qui il quartetto dialoga intensamente, lasciandosi guidare da un forte trasporto emotivo e da un mood cosmico. In Car A Vudge Joe si respira un’atmosfera lunare. Il sassofonista e il chitarrista interagiscono fittamente, costruendo fraseggi magnetici e mai oleografici, sostenuti dal comping puntuale e decisamente efficace architettato dal tandem Bortone-Gambatesa. “Morphé” è un disco particolarmente cangiante, specialmente dal punto di vista emozionale, pullulante di idee assai interessanti, innovative, che sorprendono e coinvolgono l’ascoltatore durante il fluire delle nove tracce.

 

 

Genere: Contemporary Jazz

Musicisti:

Daniele Tittarelli, alto sax
Stefano Carbonelli, guitar
Matteo Bortone, bass and double bass
Riccardo Gambatesa, drums

Brani:

01. Morphé
02. Arrgh
03. Glenn
04. Kafka
05. Gnap
06. Car A Vudge Joe
07. Bongard #101 L
08. Stalattiti
09. Bongard #101 R

Link:

Stefano Carbonelli

Cam Jazz


Pubblicata il 05/02/2018