Di Maurizio Spennato


GINGA

Spring Time

IRMA Records, 2018

Spring Time

Una vera rivelazione, Ginga. Questa voce sweet & black, è capace di alternare con disinvoltura toni soffici e vellutati a ruvidi sconfinamenti propri del miglior stile blues. Soffice e decisa. Il tutto in salsa Latin-Jazz. Ci riesce in maniera sorprendente forse anche grazie alle esperienze maturate in veste di corista al fianco dei più grandi nomi della musica leggera. E la sua voce non sembrerà neppure così nuova, avrà qualcosa di “conosciuto”, di “familiare”, perché l’avremo sentita mille volte, senza saperlo, a fare da supporto in molte canzoni di successo.

Ed ecco, grazie al supporto artistico e musicale del Maestro Felice Del Gaudio, venire alla luce questo piccolo capolavoro, un Cd “demo” quindi, prodotto ed arrangiato dallo stesso Del Gaudio per IRMA Records. Quattro brani – un Ep, quindi – ottimamente arrangiati ed eseguiti da diversi musicisti, ma soprattutto ben scelti per mettere opportunamente in luce le qualità tecniche ed interpretative di questa splendida cantante.
Inizia presto, Ginga, al secolo Claudia Scapolo, a confrontarsi con la musica e, a soli 12 e 13 anni, vince i primi premi come pianista per poi diplomarsi al liceo linguistico e laurearsi al Dams. Frattanto studia tecniche vocali prima classiche e poi jazz, partecipando a workshop con Kate Parker e approdando successivamente al genere Gospel.  Oggi è corista e solista nel Coro Gospel “Summertime” e nel prestigioso “Halleluja Gospel Singers” di Cheryl Porter, col quale ha avuto l’opportunità di esibirsi sui maggiori palcoscenici italiani.

Ha poi partecipato in qualità di corista a lavori di Mario Biondi e di Zucchero, col quale, tra l’altro, ha preso parte alla  trasmissione televisiva “Partigiano Reggiano” e al concerto tenuto nel 2016 da Zucchero all’Arena di Verona. Proprio in quest’ultima occasione fu notata e colpi l’attenzione del Maestro Del Gaudio, che decise di valorizzarla come cantante solista.

Spring Time, il primo brano dell’omonimo Ep, è una song di sapore jazz firmata dallo stesso Felice Del Gaudio, contrabbassista di grandissima esperienza in ambito nazionale ed internazionale, assieme al pianista Luigi Scerra, che mette in risalto le ottime capacità interpretative di Ginga .

Nel secondo brano, The Nearness Of You, Ginga assume uno stile latino e si confronta con un classico “standard” delle canzone jazz americana, composta nella prima metà del ‘900 dal grande Hoagland Howard “Hoagy” Carmichael, il notissimo autore a cui si deve, tra le altre, la notissima Stardust, da noi più conosciuta come Polvere di Stelle.

Il terzo brano, All I Love, è ancora una song di Del Gaudio, ancora toni soffici e raffinati, ancora un’atmosfera intima, che continua con L’Estate Sta Finendo, di Stefano Righi, alias Righeira, che dimostra come anche un brano “leggero” e disincantato, allorché rivisitato e arrangiato in chiave latin-jazz e interpretato da una voce piena di fascino, può diventare una piccola chicca, ricca di gusto e raffinatezza altrimenti insospettabili.

Disponibile su: Amazon – iTunes – Spotify – Youtube

 

Musicisti:

Danil Morini, batteria
Luigi Scerra, piano e tastiere
Pietro Beltrani, piano
Paolo Caruso, percussioni
Alessandro Altarocca, pianoforte
Danilo Mineo, percussioni
Leonardo Caligiuri, pianoforte
Felice Del Gaudio, basso

 

Brani:

1. Spring Time (F. Del Gaudio/L. Scerra/A. Del Gaudio)
2. The Nearness Of You (Hoagy Carmichael, Ned Washington)
3. All I Love (F. Del Gaudio/ A. Del Gaudio)
4. L’estate sta finendo (Stefano Righi, Stefano Rota, Carmelo La Bionda)


Pubblicata il 12/09/2018