Di Stefano Dentice


FILIPPO VIGNATO QUARTET

Harvesting Minds

Cam Jazz, 2017

Harvesting Minds

Uno screziato affresco sonoro che suscita un tourbillon emozionale. “Harvesting Minds” è la nuova creazione discografica firmata Filippo Vignato Quartet, brillante formazione costituita da Filippo Vignato (trombone), Giovanni Guidi (pianoforte), Mattia Magatelli (contrabbasso) e Attila Gyárfás (batteria). La tracklist consta di undici brani sgorgati dalla ferace mente del leader, ad esclusione di Unspoken Memories e Trust (cofirmati insieme a Magatelli e Gyárfás), Reflections (scritto con il contrabbassista) e Neverland Last Days (Giovanni Guidi). Il climax di Unspoken Memories è particolarmente criptico, ammaliante. Il sobrio playing cesellato da Vignato è adornato da uno spirito profondamente narrativo e descrittivo. In Home si percepisce un senso di melanconia assai toccante. Qui il pianismo di Guidi è fatato, guidato e illuminato da un tenero afflato, sostenuto dal costrutto ritmico aggraziato, leggiadro e coloristico architettato da Gyárfás, che attinge alla sua tavolozza timbrica adoperando le spazzole come fossero pennelli. Neverland Last Days è una composizione immersa in un mood distensivo, crepuscolare. L’incedere del trombonista è ispirato, volutamente scevro di pleonastici orpelli. “Harvesting Minds” è un album traboccante di humus, dalle accentuate tinte impressioniste e nordiche, nonché free e avanguardistiche, dal quale trasuda un succulento e rarefatto senso melodico tipicamente e marcatamente europeo in simbiosi con una creatività armonica e improvvisativa illuminante.

Genere: Contemporary Jazz / Avant Jazz

Musicisti:

Filippo Vignato, trombone
Giovanni Guidi, piano
Mattia Magatelli, double bass
Attila Gyárfás, drums

Brani:

01. Harvesting Minds
02. Days Are Too Short
03. Unspoken Memories
04. Just Before Leaving
05. Home
06. Trains
07. Dark Glare
08. Reflections
09. Neverland Last Days
10. Couples
11. Trust

Link:

Filippo Vignato

Cam Jazz


Pubblicata il 03/10/2017