Trio Metamorphosi per la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli

Trio Metamorphosi per la stagione dell’Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli

Al Teatro di Corte di Palazzo Reale il 22 marzo il Trio Metamorphosi terrà un concerto monografico dedicato a Robert Schumann, per la stagione concertistica dell’Associazione Alessandro Scarlatti.

La formazione composta dal violinista Mauro Loguercio e dai due fratelli Angelo ( pianista) e Francesco Pepicelli ( al violoncello), nei primi dieci anni di attività è stata conosciuta col nome di Trio Modigliani, modificato nel 2015 in Trio Metamorphosi.

“Un nome che vuol essere un inno al processo continuo di cambiamento, così necessario in ambito artistico, e che intende sottolineare il processo di crescita di un complesso cameristico mai schiavo dell’abitudine, anzi, sempre pronto a mettersi in gioco con la volontà di creare prospettive di unicità in ogni performance”- spiegano gli artisti.

La ‘metamorfosizzazione’ darà vita ad una serie di interessanti progetti, fra cui la pubblicazione per DECCA dell’integrale per trio di Schumann (il primo CD è stato pubblicato nell’ ottobre 2015, mentre il secondo uscirà nell’ottobre 2016) e, nel 2017, di una selezione di Arie e Lieder scozzesi di Haydn e Beethoven, in collaborazione con il mezzosoprano Monica Bacelli.

I tre musicisti da sempre affiancano l’attività in Trio ad altre esperienze cameristiche e solistiche di primo piano, a collaborazioni con artisti celebri, Magaloff, Pires e Antonio Meneses, che dice di loro “Penso che siate un grande Trio.”. Le sale che li ospitano sono fra più prestigiose del mondo, dalla Philharmonie di Berlino al Teatro alla Scala di Milano, dalla Salle Gaveau di Parigi alla Suntory Hall di Tokyo, dalla Carnegie Hall di New York al Coliseum di Buenos Aires.

Il concerto sarà aperto da una vera esclusiva, con l’esecuzione di un pezzo di Schumann che non si ascolta nelle sale da concerto da oltre 150 anni: un brano che Robert Schmann aveva concepito come culmine conclusivo del suo Primo Trio, ma pubblicò solo anni dopo con il titolo di Phantasiestücke op.88.

Questo brano è compreso in prima registrazione mondiale nel CD della Decca che il Trio Modigliani ha pubblicato in ottobre 2016 come secondo capitolo dell’esecuzione integrale delle opere per trio di Schumann.

Programma
Robert Schumann (1810-1856)

da Phantasiestücke op. 88 n. 4
Finale. Allegro un poco maestoso (prima versione, 1842)
Trio n. 2 in fa maggiore op. 80
* * *
Trio n. 1 in re minore op. 63


Pubblicata il 18/03/2017