ALEXANDERPLATZ JAZZ CLUB di Roma – programmazione dal 3 al 17 ottobre

Venerdi’ 3 ottobre
MARCELLO ROSA QUINTET

Marcello Rosa: trombone
Max Ionata: sax
Paolo Tombolesi:piano
Marco Siniscalco: basso
Alessandro Marzi: batteria

Marcello Rosa, trombonista, compositore, arrangiatore, scrittore di testi, ideatore e conduttore di programmi radiotelevisivi. La sua lunghissima carriera (ha debuttato nel 1954) e’ densa di avvenimenti positivi. Il suo stile profondamente ispirato al jazz tradizionale, spazia verso concezioni originali che gli hanno valsa l’ammirazione di tanti illustri colleghi, contribuendo in maniera decisiva alla diffusione del jazz in Italia.Ha fatto parte della Roman New Orleans Jazz Band e della “Seconda Roman”.


Sabato 4 ottobre
ADA MONTELLANICO OMAGGIO A BILLIE HOLIDAY

Ada Montellanico:voce
Stefano Cocco Cantini:sax
Giovanni Ceccarelli:piano
Pietro Ciancaglini:contrabbasso
Walter Paoli: batteria

Cantante mediterranea capace di interpretazioni intense e ricche di sfumature, Ada Montellanico e’ unanimemente riconosciuta come un’ artista di estrema e raffinata sensibilita’. Il suo repertorio molto vasto e’ la prova della sua capacita’ di spaziare nei diversi ambiti del canto jazz.
Dopo il grande successo ottenuto in Italia e all’estero con il Cd “Danza di una ninfa” e i numerosi concerti dedicati alle composizioni di Luigi Tenco, l’artista romana torna ai suoi primi amori musicali e realizza questo nuovo progetto “Omaggio a Billie Holiday”uscito a luglio per la serie “Jazz Italiano 2008″ in allegato con l’Espresso.  Il concerto di Ada Montellanico vuole ripercorrere alcune tappe fondamentali della vicenda artistica di questa strepitosa artista attraverso noti brani che “Lady Day” rese unici ed indimenticabili. Un repertorio completamente riarrangiato che spazia da Lover Man a Don’t explain per mettere in risalto quello che a Billie Holiday interessava di piu’ cioe’ raccontare se stessa attraverso la sua voce. La ricerca e’ sempre stata un punto di riferimento per Ada Montellanico: fondere narrazione, interpretazione e improvvisazione per creare un ‘immagine musicale capace di raccontare storie intense sempre nuove ed originali.

Domenica 5 ottobre
JOY GARRISON QUARTET

Joy Garrison:voce
Claudio Colasazza:pianoforte
Massimo Moriconi:contrabbasso
Amedeo Ariano:batteria

Il genere musicale proposto e’ di natura prettamente Funky/Jazz Soul, con incursioni nella musica latina. Il repertorio e’ composto sia da brani originali di composizione del gruppo che da brani opportunamente riarrangiati per sfruttare appieno le sonorita’ della Band o le fantastiche doti vocali della cantante. Del gruppo fanno parte musicisti che usano assieme a Joy lo stesso linguaggio per comunicare attraverso i propri strumenti, linguaggio che diventa la matrice dello spettacolo proposto da Joy Garrison e la sua Band : la musica nera.


Martedi’ 7 ottobre
GIULIANA SOSCIA and PINO JODICE ITALIAN TANGO QUARTET

Giuliana Soscia: fisarmonica
Pino Jodice: piano
Francesco Angiuli: basso
Emanuele Scimmo: batteria

Il gruppo  nasce da un’idea della fisarmonicista, pianista e compositrice Giuliana Soscia, risultato di un suo particolarissimo percorso artistico e creativo,di anni di studio e sperimentazioni, dalle sale da concerto agli studi televisivi di RAI Uno  e RAI Due, in collaborazione con Pino Jodice pianista e compositore jazz, valente arrangiatore e direttore d’orchestra. Il repertorio e’  interamente dedicato e ispirato al “Tango”,  con un organico assolutamente  singolare che sperimenta uno stile contaminato dal  jazz e dalla musica contemporanea. Il gruppo svolge un’intensa attivita’ concertistica in Italia e all’estero.
 

Mercoledi’ 8- giovedi’ 9- venerdi’ 10- sabato 11 ottobre
TANGO NEGRO TRIO/ CACERES JUAN CARLOS

Juan Carlos Caceres : voce, trombone, piano
Carlos “el tero” Buschini: contrabbasso
Marcello Russillo:  batteria

Il suo modo di concepire l’arte e la musica ne fanno un artista assolutamente anticonvenzionale e di difficile classificazione, anche se molti amano considerarlo, in fin dei conti non del tutto a torto, una sorta di Paolo Conte sudamericano. L’attaccamento al paese in cui e’ nato, l’Argentina, e’ evidente, e si esplica in un incondizionato amore per il tango.  CACERES tenta di evidenziare come il tango non consista semplicemente in una rivisitazione in chiave sensuale di modi di danza all’europea, ma contempli nel profondo della sua anima forti influenze dettate dalle tradizioni e dai ritmi africani, penetrati nell’America del Sud attraverso forme quali la milonga e il candombe. Il  nuovo disco di CACERES appare particolarmente rivelatore ed esemplificativo della sua poetica a cominciare proprio dal titolo per proseguire con il brano Viva el candombe negro, chiaro omaggio alle radici africane del tango.In Tango Negro Trio CACERES, che come di consueto si esibisce alla voce, al trombone e al piano, si avvale della collaborazione di Marcelo Russillo alla batteria, di Carlos “eltero” Buschini al contrabbasso e dell’ospite d’onore Daniel Binelli al bandoneon.


Domenica 12 ottobre
GIANNI SAVELLI OFF-KEY “The Jobim Song Book”

Gianni Savelli: sassofoni, flauti,.
Paolo Iurich: pianoforte
Francesco Puglisi: contrabbasso
Mauricio Mao-de-Onca:batteria e percussioni.
Claudia Marss: voce

Gianni Savelli suona il flauto e clarinetto, ed e’ attivo come compositore ed insegnante presso il dipartimento di Jazz del Conservatorio di Santa Cecilia a Roma.
La molteplicita’ di interessi, forse la sua caratteristica principale,lo ha portato ad essere presente in ambiti musicali piu’ disparati. Questo suo nuovo lavoro e’ interamente dedicato alla musica del grande compositore brasiliano Antonio Carlos Jobim.  Savelli si avvale della collaborazione di grandi musicisti e della voce duttile ed espressiva della cantante brasiliana Claudia Marss.

Lunedi’ 13 ottobre
ALDO BASSI – ALESSANDRO BRAVO DUO

Aldo Bassi: tromba
Alessandro Bravo: pianoforte

Aldo Bassi e Alessandro Bravo presentano il loro ultimo lavoro discografico dal titolo “Sirio”. La matrice stilistica del cd e’ una sintesi di varie esperienze musicali che i due musicisti hanno attraversato negli ultimi anni. Un repertorio di brani originali che stilisticamente si accostano sia al mondo  europeo che a quello americano, seguendo le trasformazioni che il jazz sta avendo negli ultimi anni.  Sono frequenti tempi dispari e poliritmie, ampio spazio all’improvvisazione, armonie e melodie che attingono alla familiarita’ della musica classica.


Martedi’ 14- mercoledi’ 15 ottobre
AMEDEO TOMMASI TRIO

Amedeo Tommasi: pianoforte
Francesco Puglisi: contrabbasso
Marco Valeri: batteria

Amedeo Tommasi un grande maestro, figura di spicco e di rilievo nell’ambito jazzistico europeo. Nel ’61 conosce Chet Baker, il famoso trombettista americano, e da allora fa parte del suo gruppo, composto interamente da affermati musicisti europei . Con questo gruppo incide per la RCA un disco unanimemente considerato uno dei capolavori di Chet Baker, “Chet is Back”. Dopo i numerosi concerti fatti con Chet Baker, Tommasi continua la sua attivita’ musicale all’estero, partecipando a tutti i principali festival del jazz europei, tra cui Comblain La Tour, Liegi, Koblenz, Bled, Jouan les Pins, per poi trasferirsi a Roma, dove viene assunto come arrangiatore dalla RCA Italiana, e conosce tutto il mondo musicale nazionale. Da quel momento in poi il suo percorso artistico si arricchisce di collaborazioni e approda con successo sia nel mondo del cinema che della televisione.



Giovedi’ 16 ottobre
RICCARDO BISEO- GIANNI SAINTJUST QUARTET

Riccardo Biseo:pianoforte
Gianni Sanjust:clarinetto
Giorgio Rosciglione: contrabbasso
Lucio Turco: batteria

Il gruppo legato da una consolidata amicizia, presente da circa 15 anni sulla scena jazzista italiana, con la stessa voglia di suonare e di divertirsi. Ognuno di questi musicisti vanta una solida formazione musicale, una lunga lista di collaborazioni con artisti internazionali e un bagaglio ricco di esperienze e di professionalita’. Il sound raffinato e l’energia che riescono a sprigionare con il proprio strumento esprimono la forte passione per la musica ed il loro irrefrenabile desiderio di suonare. La caratteristica melodica di questo quartetto l’uso del clarinetto solista generalmente usato in formazioni “dixieland”. Il repertorio caratterizzato dal meglio dei cosiddetti “evergreens” della storia del jazz dagli anni venti ad oggi. Autori come Berlin, Gershwin, Porter, Ellington ecc… vengono cos rivisitati con nuovi arrangiamenti sempre all’insegna della semplicita’ e del buon gusto.


Venerdi’ 17 ottobre
CARLA MARCIANO QUARTET

Carla Marciano: sax alto; sopranino
Alessandro La Corte: pianoforte
Aldo Vigorito: contrabbasso
Gaetano Fasano: batteria

Dopo l’esordio di “Trane’s groove” nel 2002 ed “A strange day” nel 2005 (nominato tra i migliori 10 cd dell’anno dalla rivista americana Cadence Magazine), “Change of mood” e’ il terzo album di Carla Marciano, sassofonista e compositrice salernitana, considerata dalla critica specializzata tra i migliori nuovi talenti del jazz nazionale e non solo, apprezzata sia per la grande passionalita’ ed istintivita’ quanto per il fraseggio particolarmente articolato e l’inconsueta vena interpretativa e compositiva.”Change of mood” e’ stato appena pubblicato, contiene esclusivamente brani originali, tutti di sua composizione, con la consueta collaborazione di La Corte negli arrangiamenti. Si passa dai brani modali, giusto terreno per esprimere una liberta’ di fraseggio che spesso si spinge fino ad estreme soluzioni armoniche, alle ballads, morbide e seducenti. Il quartetto ha collezionato numerosissime partecipazioni ad alcuni tra i maggiori jazz festival nazionali e non solo, incluso un fortunato tour in USA nel 2006.



Alexanderplatz Jazz Club
Via Ostia, 9 – Roma 00199
per informazioni e prenotazioni: 06.39742171
Ingresso Tessera mensile 10 €
apertura ore 20:30 – inizio concerti ore22:00


Pubblicata il 17/10/2008