Image gallery

Di Mario Catuogno by SpectraFoto


Simona Molinari “Loving Ella” @Castel Sant’Elmo, Napoli

Simona Molinari “Loving Ella” @Castel Sant’Elmo, Napoli

Settimo appuntamento, giovedì 20 luglio, per la Rassegna Sant’Elmo Estate 2017 organizzata da Napoli Jazz Club in collaborazione con Incroci Sonori e diretta da Michele Solipano, con il concerto di Simona Molinari feat Mauro Ottolini “Loving Ella”.

“Loving Ella” è un progetto che, in occasione del centenario della nascita di Ella Fitzgerald, Simona Molinari ha voluto regalare prima che al pubblico, innanzitutto a se stessa e che l’ha vista protagonista di una delle serate più riuscite della recente edizione di Umbria Jazz, proprio alcuni giorni fa a Perugia.

Voglio prendervi per mano e portarvi dentro la musica di questa grandissima cantante che mi ha fatto innamorare del jazzha ricordato all’inizio del concerto la stessa Molinari. Molto elegante in un prezioso abito color  argento, ha dimostrato di avere portamento, cuore e talento come una vera cantante jazz, condividendo  il palco, oltre che con il suo quartetto composto da  Fabio Colella alla batteria, Fabrizio Pierleoni al contrabbasso, Gian Piero Lo Piccolo al sax, clarinetto, Claudio Filippini al pianoforte, con  Mauro Ottolini, più volte premiato tra i migliori jazzisti della sua generazione, trombonista e arrangiatore di talento oltre che esperto in progetti particolari come “Seven Changes” o quello dedicato a Luigi Tenco, presentato anche quest’ultimo nell’ultima edizione di Umbria Jazz. Ne è nata una serata ricca di emozioni, momenti di divertimento e di gags fotografatissime, grazie anche all’ironia e al talento di Mauro Ottolini che ha interpretato alcune canzoni in duetto con Simona con la voce e la mimica di Louis Armstrong. In più tanti ricordi: tra una canzone e l’altra Simona Molinari racconta anche a parole, oltre che con il canto, alcuni aneddoti sulla carriera e sulla vita complicata della grandissima cantante: gli inizi, gli amori, la malattia. Il concerto inizia con “Puttin’ on the ritz” di Irving Berlini, dando poi spazio anche a tanti altri brani di Louis Armstrong, George Gershwin e Duke Ellington, come “A-Tisket”, “Smoke Gets in Your Eyes” fino alla bellissima versione di “Over The Rainbow”. Nella parte finale non ha resistito e fuori programma ha eseguito i brani della sua carriera come “Egocentrica”, “In cerca di te” e “Felicità” e accontentato diverse persone del pubblico che le richiedevano una canzone della tradizione napoletana con “Maruzzella”, fiera delle sue origini napoletane, concludendo con “Mr. Paganini” grande successo della Fitzgerald con la platea giustamente affascinata dalla voce della giovane ma già decisamente talentuosa cantante.

 

 

 


Pubblicata il 25/07/2017