Image gallery

Di Mario Catuogno by SpectraFoto


Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)

Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)

Il Premio Civitas, nato da un’idea di Paolo Lubrano e giunto alla sua ventesima edizione, si è tenuto il 1 luglio nel magnifico scenario del Macellum, più conosciuto come il Tempio di Serapide premiando, per l’edizione 2016, il compositore torinese e direttore d’orchestra Ezio Bosso e la ricercatrice puteolana Tiziana Vanorio, insegnante di Geofisica alla Stanford University in California.

L’artista torinese ha presentato alcuni dei brani contenuti nel suo disco d’esordio “The 12th Room”, tra i quali “Following a bird”, i quali rappresentano il percorso narrativo dello stesso Bosso, storie di “stanze” che come racconta magnificamente lui stesso durante il concerto sono storie che rivelano dove si trovano le radici della musica che lui scrive e le due anime di Musicista che convivono in lui: il compositore e l’interprete.


Clicca su una immagine per visualizzare la galleria ed usa le frecce direzionali per navigare
Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)Ezio Bosso@Premio Civitas 2016, Tempio di Serapide (Pozzuoli)

Pubblicata il 05/07/2016